Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

Martedì, 10 Agosto 2021 08:22

Premio Comunità di Marmirolo: consegnate le civiche benemerenze

La consegna della benemerenza al signor MarognaNella serata di domenica 1 agosto, nel contesto della Festa della Ripartenza che si è svolta presso l’Area Feste di via Di Vittorio, sono state consegnate le benemerenze civiche – Premio Comunità di Marmirolo 2020 la cui cerimonia – inizialmente prevista lo scorso anno - era stata rimandata a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.
I riconoscimenti civici, consegnati nell’occasione dal sindaco Paolo Galeotti e dai membri della commissione (il vicesindaco Massimiliano Boschini, Roberto Marchini, Monica Briani, Cristina Brutti e Carlo Stefanini) sono andati a Carlo Marogna (benemerito delle attività sociali, assistenziali e sportive), alla memoria di Giovanni Mario Caprioli (benemerito nel mondo del lavoro e della produzione, a ritirare la benemerenza è stata la figlia Valeria) e alle sezioni Avis di Marmirolo, Marengo e Pozzolo sul Mincio (benemerite nel mondo delle associazioni di volontariato).
Di seguito le motivazioni delle benemerenze.
Carlo Marogna è cittadino marmirolese dalla nascita. Presidente dell’associazione di volontariato senza scopo di lucro Gruppo Volontari Missionari di Marmirolo, falegname di professione e persona dedita a iniziative umanitarie in Sud America, in Africa e nel territorio mantovano. Ha collaborato alla nascita della Corale parrocchiale San Sebastiano ed è voce attiva nel coro. La sua missione crea relazioni attive e sane. La sua disponibilità per le situazioni bisognose restituisce dignità. La sua presenza è in grado di riaccendere la speranza. Il suo guadagno primario è provare a creare un futuro migliore attraverso l’amicizia.
Giovanni Mario Caprioli è stato una persona di forti valori sia verso la famiglia che verso il lavoro. Nel primo dopoguerra fu chiamato dal segretario comunale di Marmirolo per riorganizzare l’attività amministrativa e coordinare i colleghi degli uffici. Fu scelto per la sua precisione, correttezza, affidabilità nello svolgimento delicato e complesso del lavoro, dedicando molto tempo oltre l’orario d’ufficio. Per anni raggiunse Marmirolo con la bicicletta partendo all’alba dalla sua abitazione in Casalromano, poi nel 1949 si trasferì con la famiglia in paese. Benvoluto dalla gente del luogo e dai sindaci che si sono succeduti a governare Marmirolo. Insignito nel 1969 dell'onorificenza di Cavaliere di Vittorio Veneto.
AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche. Fonda la sua attività sui principi della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.
Per il 2021 è ancora possibile candidare o segnalare al protocollo del Comune le proposte di benemerenze per persone e associazioni.

Ultima modifica il Martedì, 10 Agosto 2021 08:27