Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy

Martedì, 02 Marzo 2021 13:18

Incrocio pericoloso tra Pozzolo e Valeggio: ok al progetto di un impianto semaforico a chiamata

Un impianto semaforico a chiamata da installare su tutti e quattro i lati dell’incrocio posizionato sul confine tra i Comuni di Marmirolo e Valeggio sul Mincio (e tra la Lombardia e il Veneto). È questa la soluzione che verrà adottata per regolamentare il traffico e mettere in sicurezza l’incrocio tra strada Marengo (via Ferraris), via Sei Vie e via Trentino, negli anni teatro di incidenti non di rado mortali.
La decisione di installare un impianto semaforico a chiamata è stata definitivamente individuata giovedì scorso (18 febbraio) in seguito a un nuovo sopralluogo effettuato dai tecnici del Comune di Marmirolo, del Comune di Valeggio sul Mincio, delle Province di Mantova e Verona, nonché dai comandanti delle polizie locali dei due territori confinanti, dalla ditta incaricata di redigere il progetto e dal consigliere di maggioranza marmirolese Marco Mattinzioli, referente per la vicina Pozzolo sul Mincio. “Negli ultimi quindici anni – spiega Mattinzioli – abbiamo contato numerose vittime in quel punto, tra i quali anziani e persone che usano la strada per recarsi al lavoro. Inoltre, il traffico è piuttosto intenso e con ogni probabilità andrà a crescere nei prossimi anni a causa degli insediamenti che si stanno costruendo nei pressi oltre che degli ampliamenti di attività già presenti”.
Consapevole della pericolosità di quel tratto di strada, già nei mesi scorsi l’amministrazione comunale di Marmirolo ha iniziato a sollecitare il Comune di Valeggio sul Mincio e la Provincia di Verona, organizzando un calendario di videoconferenze (l’ultima si è svolta la scorsa settimana) e sopralluoghi per risolvere un problema particolarmente grave per chi raggiunge l’incrocio - che per tre quarti ricade in territorio veronese - dal lato mantovano.
All’incontro del 18 febbraio sono stati tracciati i passaggi fondamentali di un progetto che andrà a concretizzarsi nei prossimi mesi: come detto, il semaforo a chiamata sarà presente sui quattro lati con precedenza assegnata sempre a via Ferraris (una strada provinciale che dal Veronese entra nel Mantovano); l’ente capofila sarà il Comune di Valeggio sul Mincio; si troverà un accordo scritto per sostenere l’opera con il Comune di Valeggio sul Mincio e la Provincia di Verona.
“Questo risultato – conclude Marco Mattinzioli – arriva anche grazie ai buoni rapporti che l’amministrazione Galeotti porta avanti con Valeggio sul Mincio dal 2014/15. Questa è una vittoria della politica: grazie alla sinergia tra Enti di diverse province e regioni si è lavorato alacremente per ottenere in tempi brevi una soluzione che ora dovrà passare nelle varie sedi per le necessarie approvazioni”.

Ultima modifica il Martedì, 02 Marzo 2021 14:32